Aire

 

Iscrizione AIRE


Anagrafe italiani Residenti all'Estero


L'Anagrafe degli italiani residenti all'estero, meglio nota con l'acronimo AIRE, è il registro dei cittadini italiani che risiedono all'estero, comprende tutti i cittadini italiani residenti all'estero e consente di accertare gli spostamenti anagrafici effettuati all'estero e in Italia degli stessi. È stata istituita con la legge 470 del 27 ottobre 1988.

Chi la può richiedere
I cittadini italiani che trasferiscono all'estero la propria residenza per un periodo illimitato o comunque superiore a dodici mesi.
L'anagrafe iscrive in AIRE anche chi è nato all'estero e ha un atto di nascita trascritto sui registri di Stato Civile a Marano sul Panaro, coloro che acquisiscono la cittadinanza italiana pur continuando a risiedere all'estero e coloro che risiedendo a Marano sul Panaro trasferiscono la loro residenza all'estero.

Chi non la può richiedere
Non può richiedere l'iscrizione all'AIRE chi si reca all'estero per l'esercizio di occupazioni stagionali e i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all'estero e le persone con essi conviventi, i quali siano stati notificati alle autorità locali ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e consolari (Conv. 1961 e 1963 ratificate con Legge 09/08/1967 n. 804).

Come richiederla

L’iscrizione all’A.I.R.E. è effettuata a seguito di dichiarazione resa dall’interessato all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.
All’apposito modulo di richiesta (reperibile nei siti web degli Uffici consolari - modello Cons01) va allegata documentazione che provi l’effettiva residenza nella circoscrizione consolare (es. certificato di residenza rilasciato dall’autorità estera, permesso di soggiorno, carta di identità straniera, bollette di utenze residenziali, copia del contratto di lavoro, ecc.). Qualora la richiesta non sia presentata personalmente va altresì allegata una copia del documento d’identità del richiedente.
In alternativa pochi giorni prima della partenza la domanda può essere presentata presso l'Ufficio Anagrafe la dichiarazione di espatrio (modello AIRE01).

Documentazione
Occorre esibire un documento di identità valido ed essere a conoscenza dell'indirizzo estero.

L'iscrizione all'A.I.R.E. é GRATUITA.


Decorrenza iscrizione
La decorrenza dell'iscrizione varia a seconda se l'iscrizione avviene presso l'Anagrafe o presso il Consolato del paese estero di nuova residenza.
Se avviene presso l'ufficio anagrafe, l'iscrizione decorre dalla data di presentazione, a condizione che l'interessato si rechi, entro 90 gg. presso il Consolato/Ambasciata competente per territorio, a dichiarare l'avvenuto espatrio. Il Consolato/Ambasciata trasmetterà all'Anagrafe il relativo modello di iscrizione che comporterà il perfezionamento dell'iscrizione.
Se l'iscrizione avviene direttamente presso il Consolato/Ambasciata del paese estero di nuova residenza, l'iscrizione decorre dalla data di ricevimento del modello consolare da parte del Comune di Marano sul Panaro.

L'aggiornamento dell'A.I.R.E. dipende dal cittadino!!
L'interessato deve tempestivamente comunicare all’ufficio Consolare:
- il trasferimento della propria residenza o abitazione;
- le modifiche dello stato civile anche per l’eventuale trascrizione in Italia degli atti stranieri (matrimonio, nascita, divorzio, morte, ecc.);
- il rientro definitivo in Italia;
- la perdita della cittadinanza italiana.
Il mancato aggiornamento delle informazioni, in particolare di quelle riguardanti il cambio di indirizzo, rende impossibile il contatto con il cittadino e il ricevimento della cartolina o del plico elettorale in caso di votazioni.


È importante che il connazionale comunichi il proprio indirizzo in modo corretto e completo attenendosi alle norme postali del Paese di residenza.
 

La cancellazione dall'A.I.R.E. avviene:
• per iscrizione nell’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) di un Comune italiano a seguito di trasferimento dall'estero o rimpatrio;
• per morte, compresa la morte presunta giudizialmente dichiarata;
• per irreperibilità presunta, salvo prova contraria, trascorsi cento anni dalla nascita o dopo la effettuazione di due successive rilevazioni, oppure quando risulti non più valido l’indirizzo all’estero comunicato in precedenza e non sia possibile acquisire quello nuovo;
• per perdita della cittadinanza italiana.


Iscriversi all'AIRE e dichiarare eventuali cambi di residenza o di abitazione consente:
• di fruire dei servizi consolari;
• di ottenere certificati dal Comune di iscrizione e dal Consolato nella cui circoscrizione si è residenti;
• di esercitare con regolarità il diritto di voto;
• ottenere la Carta di Identità dal Consolato


Normativa di riferimento
Legge n. 470 del 27/10/1988 art. 2.

Link Utili:
http://servizidemografici.interno.it/it/Aire/Informazioni