09/05/2017
ISTRUZIONI PER UNA RACCOLTA CORRETTA
 
Ogni cittadino produce circa 5 Kg/pro capite all’anno di olio esausto proveniente principalmente dalla cottura dei cibi e dai processi di frittura.
Se versati nel lavandino o dispersi nell’ambiente intasano le tubature, inquinano.
Un litro di olio può contaminare seriamente la falda che ostacola l’ossigenazione dell’acqua. Conferito correttamente, l’olio aIimentare è un rifiuto completamente recuperabile.
Per questo il Gruppo Hera ha realizzato dei nuovi contenitori stradali per la raccolta degli oli alimentari, in aggiunta a quella già attiva nelle stazioni ecologiche. Raccolto in bottiglie di plastica, che verranno avviate a recupero nella raccolta della plastica, l’olio alimentare diventa così una materia prima riutilizzabile per produrre energia e calore o per altri usi industriali.
 
COSA E COME:
Possono essere introdotti nei contenitori oli adoperati in cucina (oli da frittura, strutto,...) e oli utilizzati per la conservazione degli alimenti (es. tonno sott'olio), mentre è serveramente vietata l'introduzione di oli minerali (es. olio motore).
Gli oli devono essere raccolti a freddo in bottiglie di plastica ben chiuse da conferire all’interno dell’apposito contenitore.
Non utilizzare recipienti in vetro. Diametro massimo bottiglie 18 cm.
 
DOVE
I contenitori per conferire il tuo olio alimentare a Marano s/P li puoi trovare in Via Rodari (parcheggio Conad) e in Via Fondovalle, 2950 a Casona (vicino al Bar Puccini).
 
 
Per conoscere l’elenco aggiornato visita http://www.ilrifiutologo.it/oliMaranosulPanaro
 
File allegato: